Forfettari medici e sanitari

che caratteristiche e a quale cassa previdenziale devono iscriversi i medici che vogliono aderire al regime di fiscalità agevolato.

Forfettari Medici: cosa devono fare i medici o gli operatori sanitari per usufruire del regime di contabilità semplificato.

Un medico che volesse aprire l'attività in maniera autonoma, quindi non dipendente, ed aderire al regime dei forfettari dovrebbe agire nel seguente modo:

  1. Compilazione e invio del Modulo per apertura della partita Iva, entro il trentesimo giorno di inizio attività, specificando con quale regime contabile iniziare: in questo caso Regime dei forfettari
  2. Obbligo di iscrizione alla Cassa Previdenziale specifica dedicata ai Medici, cioè L’ENPAM. Tale Cassa previdenziale gestisce il Fondo generale (Quota A e Quota B) e i Fondi speciali.

Requisiti di accesso per il regime dei forfettari:

Per poter essere un medico forfettario si deve rispettare l'unico limite previsto dalla normativa sul Regime forfettario, ovvero non si devono aver superato i 65.000 euro di ricavi nell’anno. Questo limite risulta infatti uguale per ogni tipologia di attività.  

Aprendo quindi nuova Partita Iva si potrà direttamente aderire al regime dei forfettari (non avendo ricavi precedenti da poter confrontare) e durante il proprio percorso lavorativo non si dovranno superare tassativamente i 65.000 euro di ricavi. Oltre a dover rispettare tale limite di ricavi, bisognerà non rientrare nelle cause di esclusione appositamente previste per il Regime forfettario. Queste sono consultabili in maniera ordinata e schematica sul nostro blog.

Contributi ENPAM

Come abbiamo visto sino a ora gli iscritti all’Albo dei Medici Chirurghi e Odontoiatri hanno le stesse regole degli altri contribuenti forfettari. La loro sola peculiarità è l'obbligo di iscrizione all’ENPAM (Ente Nazionale Previdenza e Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri), ossia la Cassa previdenziale dedicata ai Medici.

L’ENPAM gestisce due tipi di contributi: il Fondo generale (Quota A e Quota B) e i Fondi speciali.

Quota A

I contributi Quota A sono versati in modalità fissa, quindi devono essere pagati indipendentemente dall’ammontare di Reddito maturato.

Possono essere pagati in un’unica soluzione oppure in quattro rate senza interessi.

L’ammontare di contributi fissi è pari a:

  • 117,06 € all’anno per gli studenti
  • 234,11€ all’anno fino a 30 anni di età;
  • 454,42 € all’anno dal compimento dei 30 fino ai 35 anni;
  • 852,74 € all’anno dal compimento dei 35 fino ai 40 anni
  • 1574,86 € all’anno dal compimento dei 40 anni fino all’età del pensionamento;
  • 852,74 € all’anno per gli iscritti oltre i 40 anni ammessi a contribuzione ridotta (a questa categoria appartengono solo gli iscritti che hanno presentato la scelta prima del 31 dicembre 1989. Dal 1990 non esiste più la possibilità di chiedere la contribuzione ridotta).

A queste somme va aggiunto anche il contributo di maternità, adozione e aborto pari a 44 euro all’anno.

Quota B

Oltre ai contributi fissi, si devono pagare anche i contributi Quota B se si supera un Reddito minimale che è pari a:

  • 4.457,73 € gli iscritti attivi di età inferiore a 40 anni o ammessi al contributo ridotto della Quota A;
  • 8.232,59 € per gli iscritti attivi di età superiore a 40 anni.

Si applicano sul Reddito prodotto nell'anno precedente eccedente il minimale le seguenti aliquote:

  • 18,50% del reddito professionale, fino all’importo del Reddito massimale pari a 102.543,00;
  • 1% sul reddito eccedente l’importo di 102.543,00, di cui solo lo 0,50% pensionabile.

La Quota B deve essere versata in un’unica soluzione se il versamento avviene tramite bollettino MAV precompilato.

Se invece si sceglierà di effettuare il pagamento tramite addebito diretto su conto corrente, si può scegliere se versare l’importo in:

  • unica soluzione 
  • due rate
  • cinque rate 

Per approfondire ulteriormente ti rimandiamo al sito dell’ENPAM: Vademecum della Previdenza ENPAM.



inps
tasse
cassetto previdenziale

Iscriviti alla newsletter!

Notizie sul mondo dei forfettari e su ForfettApp. Gratis, nella tua casella di posta.


Scarica la versione gratuita di ForfettApp

ForfettApp