Accertamenti fiscali

cosa c'è da sapere sugli accertamenti da parte del Fisco, i controlli, le verifiche e cosa fare per mantenere tutto nella norma.

Accertamenti agenzia delle entrate inerenti agli anni precedenti: come avvengono i controlli da parte dell’agenzia entrate nel regime forfettario, e quindi come agire in caso di accertamenti da parte del Fisco. In quali casi è possibile subire la verifica dell’Agenzia delle Entrate? Quali documenti ci necessitano per dimostrare di aver svolto correttamente tutti gli adempimenti?

Avviso di Accertamento agenzia delle Entrate.

Per l’agenzia delle Entrate effettuare accertamenti e quindi controlli per i contribuenti in regime forfettario è tutto sommato molto semplice:

  • In prima battuta, infatti, effettua un confronto tra la Dichiarazione dei Redditi del contribuente forfettario e la Certificazione Unica inviata dall’azienda con cui egli collabora (o con le varie aziende ovviamente nel caso in cui vi fossero due o più committenti). Quindi se il professionista "Mario" dichiara di aver emesso fatture per 10.000 euro con l'azienda "Alpha" e tale Azienda dichiara una CU differente, vi è una lapalissiana irregolarità da parte di una delle due P.Iva che farà partire sicuramente un avviso di accertamento delle entrate. 
  • Se il forfettario presenta la Dichiarazione dei Redditi in ritardo, l'Agenzia Entrate Riscossione potrebbe in principio redarguire il contribuente intimandogli di adempiere al suo dovere nel più breve tempo possibile e poi procedere con un avviso di accertamento anche per capire i motivi di questo "sospetto" ritardo, indi per cui sempre meglio presentare la Dichiarazione nei tempi giusti, magari pure con qualche errore, per poi correggerla con le integrazioni.
  • Se vi è una totale assenza di presentazione della Dichiarazione dei Redditi è pressochè certo che l'Agenzia delle Entrate riscossione manderà un avviso di accertamento richiedendo di prendere visione di tutte le fatture emesse durante l'anno di imposta relativo all'accertamento fiscale potendo anche decidere di sanzionare il contribuente forfettario per omissione di dichiarazione 
  • Ultimo, ma non per importanza, i contribuenti forfettari che approfittano dei vantaggi fiscali del regime di contabilità semplificata che però non posseggono i requisiti rischiano una multa salatissima visto che l'Agenzia delle Entrate riscossione sta effettuando sempre più controlli a campione.

Infine ricordiamo che il contribuente forfettario può usufruire di un importante agevolazione: può infatti diminuire i termini di accertamento fiscale di addirittura un anno semplicemente avvalendosi della fatturazione elettronica 

Per non correre in errori e presentare sempre la dichiarazione dei redditi in maniera corretta e puntuale, cosa che come abbiamo visto ci eviterà spiacevoli controlli e avvisi di accertamento da parte dell'Agenzia, il consiglio è quello di affidarsi sempre a professionisti validi.



tasse
Fatture elettroniche
imposta sostitutiva

Iscriviti alla newsletter!

Notizie sul mondo dei forfettari e su ForfettApp. Gratis, nella tua casella di posta.


Scarica la versione gratuita di ForfettApp

ForfettApp